X
Menu

Due serate per conoscere i funghi e come raccoglierli

Due serate per conoscere i funghi e come raccoglierli

Appuntamento venerdì 31 maggio a Melle e venerdì 7 giugno a Venasca alle h 20.30 con gli esperti dell’Associazione Micologica Bovesana e delle Alpi Cuneesi – Ugo Maria Cumino: due serate a partecipazione libera per approcciarsi o migliorare le proprie conoscenze con il mondo dei funghi, la cui raccolta è una importante attività per il territorio della valle Varaita. Ingresso libero.

 In valle Varaita boschi di conifere e di latifoglie sono il contesto ideale per la crescita spontanea dei funghi. La raccolta è una tradizione antica e viene effettuata come hobby o come attività professionale dalla primavera all’autunno.

Occorre tuttavia prestare attenzione nell’approcciarsi a questa realtà: i funghi sono fragili e bisogna raccoglierli con la cura che meritano, custodendoli con attenzione fino al momento del loro consumo. È inoltre fondamentale saper distinguere quelli commestibili da quelli che non hanno valore culinario o da quelli velenosi, per evitare intossicazioni o, peggio, il rischio di morte. In Italia sono infatti note oltre 3.000 specie di funghi, ma sono all’incirca 300 quelle commestibili e 200 quelle tossiche, mentre raggiungono a mala pena la ventina quelle mortali. Nonostante questi bassi numeri, tutti gli anni vengono segnalati decine di casi di avvelenamento, alcuni dei quali con esito letale.

Per questa ragione, l’Unione Montana Valle Varaita organizza due serate divulgative per andare alla scoperta del mondo dei funghi. Si comincia venerdì 31 maggio alle ore 20.30 a Melle sotto l’ala comunale con una serata introduttiva, dedicata a “Il meraviglioso mondo dei funghi”. Si entrerà decisamente più nello specifico del tema del riconoscimento delle specie fungine in occasione della seconda serata, in calendario venerdì 7 giugno alle ore 20.30 a Venasca nel salone comunale e intitolata “I funghi a confronto, per non sbagliare”.

Le due serate saranno tenute dagli esperti dell’Associazione Micologica Bovesana e delle Alpi Cuneesi – Ugo Maria Cumino, il cui presidente Gianfranco Armando è residente a Rossana.

La partecipazione è libera.

Nel corso delle serate verrà dato risalto inoltre al regolamento vigente in materia di raccolta di funghi, che prevede il versamento di un importo, stabilito dalla Regione Piemonte in base alla durata del titolo, da effettuarsi a favore di una Unione Montana e da esibire agli organi preposti al controllo qualora richiesto.

Queste due serate sono un ideale prologo alle tradizionali “Giornate di Studio sulla Flora Micologica del Cuneese” che l’associazione terrà a Sampeyre da giovedì 13 a domenica 16 giugno e che tornano in valle Varaita a distanza di dodici anni dall’ultima presenza nel nostro territorio.